MEDICO CHIRURGO
SPECIALISTA IN ORTOPEDIA & TRAUMATOLOGIA
menu
Numeri di telefono dottcarlosala@gmail.com
  • Studio Medico Dott. Sala | 039 9210636
  • Fisiolab Brianza | 0362 996003
  • Fisioclinic | 0362 245698
  • Poliambulatorio Orsolini | 039 599668
Numeri di telefono

039 9210636

Studio Dott. Sala

0362 996003

Fisiolab Brianza

0362 245698

Fisioclinic

039 599668

Poliamb Orsolini

Ginocchio - Artrosi (protesi)

L’artrosi del ginocchio, o gonartrosi, è la più comune malattia del ginocchio in età senile. E’ una malattia cronico-degenerativa, che porta ad un danno articolare ingravescente fino a condurre a disabilità.

Può essere definita una malattia da “usura” dei capi articolari, nella quale lo strato di cartilagine che riveste i condili femorali e i piatti tibiali si assottiglia progressivamente fino ad esporre l’osso sottostante.

Nelle fasi più avanzate della malattia la capsula articolare si ispessisce e i muscoli si retraggono fino a determinare un’importante rigidita’ del ginocchio stesso.

La gonartrosi è una patologia tipica dell’età avanzata (oltre i 60 anni), soprattutto nelle sue forme primarie con predilezione del sesso femminile.

Esite anche l’artrosi secondaria come conseguenza di postumi di fratture articolari del ginocchio, di malallineamenti (ginocchio varo e valgo), di postumi di interventi di meniscectomia totale e di osteonecrosi condilica. Più di rado si riconoscono cause sistemiche, quali alcune malattie dismetaboliche.

Clinicamente il ginocchio artrosico è innanzitutto dolente, esacerbato dalla flessione massima, è in genere ben localizzato associato a una fastidiosa sensazione di tensione o pressione nell'incavo del ginocchio.

Il dolore inizialmente è occasionale, conseguente in genere a sforzo, prontamente alleviato dal riposo. Con il tempo, esso può divenire permanente, fino a disturbare il sonno.

La diagnosi di gonartrosi è soprattutto radiologica per cui è sufficiente una radiografia in carico nelle due proiezioni standard (anteroposteriore e laterale) per evidenziare i quattro segni radiologici fondamentali dell’artrosi: riduzione della rima articolare, addensamento dell’osso subcondrale, geodi e osteofiti.

La soluzione più efficace della gonartrosi è chirurgica ed è rappresentata dalla protesi di ginocchio (totale o monocompartimentale a seconda del quadro clinico). Tuttavia l'usura degli impianti (che costituisce un problema reale nei pazienti giovani) e la non trascurabile invasività dell’intervento ne consigliano l’impiego nelle forme avanzate, caratterizzate da una riduzione della qualità della vita e dall’uso frequente di analgesici.

Nelle forme iniziali e caratterizzate da una significativa deviazione assiale (ginocchio varo o valgo), è possibile eseguire interventi correttivi quali le osteotomie che, riallineando l'arto, rallentano la degenerazione articolare posticipando sui pazienti relativamente giovani la sostituzione protesica del ginocchio.

Nelle forme iniziali il trattamento di viscosupplementazione locale, mediante 3-4 infiltrazioni endoarticolari di preparati a base di acido jaluronico. Piò condurre ad un significatico miglioramento clinico-sitomatologico garantendo una lubrificazione del ginocchio e implementando il trofismo delle cartilagini.